Vai alla homepage
Ti trovi in: Home \ i Comuni \ Roccamena
 

Roccamena

Il nome composto da "rocca" e "amena", parole pronunciate dal principe Giuseppe Beccadelli Bologna a sottolineare la bellezza del paesaggio. La zona in cui situato il comune infatti, una suggestiva zona collinare interna posta a 480 metri sul livello del mare. Il centro urbano attuale sorge su uno dei fondi incorporati nel feudo della Sparacia, in passato appartenente al Collegio Massimo dei Gesuiti, a cui venne espropriato nel 1767.

Nel 1775 il Beccadelli entr in poossesso di tale feudo e diede inizio alla fondazione dei primi insediamenti abitativi, tra cui il villaggio di Roccamena. La sua nascita si fa risalire agli anni 1796-1797. La sua economia fondata principalmente sullagricoltura di cui notevole la produzione di cereali, uva, ortaggi e soprattutto di melone bianco.

Anche la zootecnica di rilievo in quanto negli ultimi anni , accanto all' allevamento di ovini e bovini, si sviluppato quello dei cavalli di razza. Discreta la produzione artigianale che realizza ottimi manufatti in ferro battuto e in legno. Molto interessante la presenza della zona archeologica di Monte Maranfusa, del castello di Calatrasi che testimonia la presenza mussulmana nella Valle del Belice, cosi come il ponte di Calatrasi detto anche Ponte del Diavolo che costituisce uno dei pi importanti e meglio conservati esempi di architettura araba.

Abitanti: 1618
Superfice: 33 kmē
Altitudine: 480 m.s.l.m.
Santo patrono: San Giuseppe
Indirizzo: Via Umberto I, 173
Cap: 90040
Telefono: 091.8469001
Email: info@comunediroccamena.it
Sito web: http://comunediroccamena.it/
Come arrivare:
Aziende \ Itinerari \ Manifestazioni \ Prodotti